5 ottobre 2015 - 9:38 am Pubblicato da

o.314189

Nessuna pubblicità… ma il titolo è proprio attuale.
La situazione geopolitica sta cambiando in fretta, nel breve tempo di una settimana, molte cose sono cambiate.
La svolta Geopolitica/economica è in corso, per il clima manca poco al vertice di Parigi (intanto AGENDA 2030 è partita).

Come vedere che futuro ci disegna tutto questo, cosa ci aspetta?

Alle spalle di tutte le azioni in corso il convitato di pietra è il CLIMA

…ma non esattamente come ce lo descrivono… e con influenza ben oltre quello che ci dicono ufficialmente, cerchiamo di leggere tra le righe, per vedere che quadro ne esce.

 

Cominciamo dall’ottobre 2003 quando esce un rapporto (del PENTAGONO): immaginare l’impensabile.

Rapporto originale 2003: http://www.climate.org/topics/PDF/clim_change_scenario.pdf

Traduzione: http://www.verdi.it/images/stories/libri/climailrapportodelpentagono.pdf

In questo rapporto i CAMBIAMENTI CLIMATICI delineano la GEOPOLITICA FUTURA.

Da alcuni brani si vede come molta della situazione geopolitica attuale sia la conseguenza delle considerazioni sulla evoluzione del CLIMA futuro di allora (il Riscaldamento che provoca una glaciazione) anche se dissento sulla causa del riscaldamento, (antropogenico nel rapporto)  ma penso che sia semplicemente un ciclo naturale legato alla attivita solare … comunque viene seguito da un crollo delle temperature verso una piccola era glaciale, o peggio un evento simile allo “younger dryas”, indipendentemente dalla causa si va verso il freddo (e non ci possiamo fare nulla).

50

Ma veniamo allo scenario descritto e alle sue corrispondenze con la nostra realtà.

Un crollo della capacità produttiva Agricola/Economica, porta a tensioni e conflitti, con un isolamento di USA ed Australia in se stesse (presumibilmente autosufficenti) e a una situazione di conflitto in Europa dovuta al movimento di migranti con il conseguente crollo della stessa comunità Europea.

Sconvolgimenti e conflitti saranno aspetti tipici ed endemici della vita.

Ad oggi possiamo vedere che il CLIMA comincia a cambiare marcia, le tensioni geopolitiche crescono cosi come i conflitti per conquistare terre (Ucraina/Africa) e risorse (Medio Oriente), la traccia di quel rapporto sembra seguita fin troppo bene.

Ma forse la semplificazione dello scenario è stata un po eccessiva, dopo l’impero sovietico cade forse l’impero americano (chiudersi come una fortezza può non bastare)… la storia insegna…

 

DECADENZA MORALE E SCANDALOSA DISEGUAGLIANZA
USA SEGUENDO LE TRACCE DELL’ANTICA ROMA
http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=4403

 

“Non c’era posto assolutamente per nuovi modi di pensare e nuove idee…
Questa accettazione fu accompagnata da un eccessivo ottimismo circa il presente e il futuro…
Questa cieca adesione alle idee del passato fu tra le principali cause della caduta di Roma…”

 

La mancanza di valori, o peggio il ricondurre tutto al solo valore economico, impedisce di vedere il cambiamento in corso e riconduce tutto alla sola ricerca di altri valori economici… completamente inutile se staccato dalla realtà o peggio se mirato ad obbiettivi errati.

 

“Virtus includeva la capacità di distinguere tra il bene e il male ed agire in modi che favorissero il bene, e soprattutto il bene comune….”

 

Caduta dei valori, incapacità di cambiare… ma altri cambiano Russia-Cina ecc…

Ma forse anche il quadro da vedere in immaginare l’impensabile non è quello ottimistico di 8200 anni fa , ma quello ben più duro del Dryas Recente.

Vediamo di immaginare NOI l’impensabile …

  1. Il cambiamento CLIMATICO è estremo e rapido, 10 anni appena
  2. le risorse Agricole/Energetiche collassano
  3. collassano le strutture sociali e i valori umani

In questo contesto il concetto di isolamento, chiusura in una fortezza (USA) non basta più, l’autosufficenza non è garantita… Quello che succede oggi su scala mondiale è molto simile ai prepartaivi di un castello medioevale prima dell’assedio… tutto quello che si poteva raccogliere veniva portato all’interno, per fare scorte per avere più risorse per affrontare il nemico in arrivo.

Guardiamoci intorno l’economia è solo un accumulo di valori economici (quelli morali estinti, vedi ROMA), i conflitti, primavere, maidan varie  sono in aumento… lo scopo?
Forse nel collasso la rapina e accumulo di risorse per far fronte a un evento ben maggiore di quello che ci prospettano (il rapporto segreto è stato pubblicato) altre fonti parlano stranamente di clima e di rallentamento della corrente del golfo…

aow1http://www.whatdoesitmean.com/index1918.htm

 

Vediamo cosa ci dicono i dati geologici da sedimenti e carote di ghiaccio:

 

Epica_2

i cicli caldi e freddi si ripetono, ma la media è nettamente inferiore ai valori attuali, una proiezione nel futuro dei dati, porta a concludere che siamo vicini a un evento estremo e non a qualche cosa di temporaneo.

ProxGlacialhttp://www.attivitasolare.com/la-fine-del-mondo-lavori-corso/

 

Questo ci riporta a un OTTOBRE ROSSO, che rischia di essere tale per molti motivi, il pericolo maggiore è che comincino ancora a cavalcare i quattro cavalieri che hanno sempre accompagnato i periodi di freddo e crisi dell’umanità….

2

…e che la natura ritrovi un suo equilibrio, come tante volte ha già fatto in passato.

 

Luigi

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento